LINKS



Carpino folkfestival
Celtica
Civitella Alfedena festival
Été Trad
Festival du Chant de Marin Paimpol
Festival Musicale del Mediterraneo Genova
INIS Italie Nord-Isère
Lo spirito del pianeta
Majella Etnofestival
Orientoccidente
Pifferi, Muse e Zampogne
Scottish Traditional Boat Festival Portsoy
Temps fête Festival maritime Douarnenez
The Irish Festival of Oulu
Zinzan festival


Lineatrad è un mezzo di informazione rivolto a soggetti che operano in modo limpido e trasparente nel mondo della musica, quindi in modalità apartitica, apolitica e aconfessionale. In definitiva Lineatrad ha come unico obiettivo quello di divulgare e promuovere la tradizione musicale dei popoli e la professionalità dei musicisti che ne fanno parte


APULIA F. A. C. E.
Presidente Sabrina Sicara Progetto #musicapopolarenutefermare
https://produzionidalbasso.com/project/musicapopolarenutefermare-sostieni-la-musica-popolare/


COMUNICATO STAMPA

TE DICU DOI PAROLE: LA MUSICA, LA TERRA Cantanti, musicisti e danzatori uniti per salvare il grande racconto della musica tradizionale italiana. Il sogno della ripartenza della musica e della danza tradizionale italiana sta diventando realtà! Grazie all’idea di Apulia Face, Pizzicarte, Danza che ti passa e del programma radiofonico Just Folk di Radio Kaos Italy, è stata creata una rete di musicisti dal Nord al Sud della Penisola che comprende alcune tra le più importanti realtà del panorama folk italiano.
I musicisti coinvolti nel progetto sono individualità di rilievo con all'attivo numerose incisioni discografiche, registrazioni radiofoniche e partecipazioni televisive, concerti e tournée in Italia, in Europa ed in tutto il Mondo; molti di loro sono impegnati da anni anche nella direzione artistica di importanti etnofestival regionali.
Questo gruppo di lavoro nato in un momento così difficile per il nostro Paese, è diventato in poche settimane un movimento, per ora attivo online, impegnato anche nel crowdfunding
#musicapopolarenutefermare (Produzionidalbasso)

Giovedi 4 Giugno prossimo sarà lanciato e diffuso su tutti i canali social TE DICU DOI PAROLE: LA MUSICA LA TERRA un videoclip che meglio di qualsiasi discorso, spiega le ragioni di questa neonata rete ARTISTICA. UNA DIRETTA ONLINE A PARTIRE DALLE 18.45 CON TUTTI GLI ARTISTI SULLA PAGINA DI #MUSICAPOPOLARENUTEFERMARE E DI PIZZICARTE CULTURA E MUSICA DEL SUD, una rete coreutico musicale di approfondimento che abbraccia le radici tradizionali della nostra amata Terra attraverso la voce dei Musicisti. L'obiettivo è di ampio respiro: continuare a collaborare e a lavorare insieme per salvaguardare il grande patrimonio immateriale della musica tradizionale italiana declinato in ogni sua identità culturale.
Ci auguriamo che #musicapopolarenutefermare raggiunga il grande pubblico degli appassionati, vero motore del movimento – dichiara Sabrina Sicara, Presidente di Apulia Face – vogliamo continuare a conoscere e a condividere la bellezza, la ricchezza e le emozioni del canto, della musica e della danza tradizionale."Giancarlo Paglialunga, voce inconfondiblile del Sud, del Canzoniere Grecanico Salentino e della Notte della Taranta aggiunge: “Ho aderito a #musicapopolarenutefermare non solo per la bontà dell'idea ma per rinsaldare il legame con il nostro pubblico ma anche per dare vita a un progetto senza precedenti, nel quale tutta la musica tradizionale italiana potrà trovare un nuovo “spazio” di scambio e di crescita comune, un nuovo paradigma espressivo fatto di esperienze, conoscenze e accenti diversi. UNITI SI VINCE".

Il gruppo di artisti di “musicapopolarenutefermare”

Vincent Boniface – Val d'Aosta
Roby Avena e Chiara Cesano – Piemonte
Fabio Rinaudo(Liguriani) Liguria
Carlo Boeddu (Balade Balade Bois) - Sardegna
Michele Piccione (Lassatilabballari) - Sicilia
Barbara Criscimanno (Tavola Tonda) - Sicilia
Francesco Salvadore (Unavantaluna) Margherita Badalà - Sicilia
Anna Anconitano - Abruzzo
Eduardo Vessella - Molise
Giuliano Gabriele e Lavinia Mancusi - Lazio
Maria Piscopo(Progetto Sanacore) Laura Paolillo. Vincenzo Romano - Campania
Paolo Napoli (Totarella), Agata Scopelliti - Calabria
Claudio Mola e Donisa Mazzoccoli (Ragnatela Folk Band) - Lucania
Pietro Balsamo (Jazzabbanna) e Giancarlo Paglialunga - Puglia
Simone Campa La Paranza Del Geco - Piemonte.



LO SPIRITO DEL PIANETA…
VENERDI’ 29 MAGGIO E SABATO 30 MAGGIO 
INIZIO ALLE ORE 21

IN STREAMING SU 
https://www.lospiritodelpianeta.it/
https://www.facebook.com/lospiritodelpianeta/
 
DUE GIORNI DI CANTI, MUSICHE E DANZE TRADIZIONALI DA TUTTO IL MONDO…. 
Con la partecipazione, tra gli altri, di Davide Van De Sfroos, Enzo Avitabile
E LA STRAORDNIARIA PARTECIPAZIONE di LUCA PARMITANO e del CAPO RAHONI (nomination al Premi Nobel per la pace 2020)

A seguito del rinvio dell’edizione 2020 dello Spirito del pianeta a giugno 2021 per le cause purtroppo note, abbiamo pensato di realizzare in concomitanza con i primi due giorni del festival del 2020, il 29 e 30 maggio per la precisione, due serate virtuali grazie agli attuali mezzi di comunicazione a disposizione.
Aderiranno alle serate gruppi indigeni da ogni parte del pianeta, e artisti nostrani importanti, come Enzo Avitabile, Tony Esposito, Davide Van de Sfroos, il Bepi la corista Leslie Abadini.
Ci sarà anche la straordinaria partecipazione di Luca Parmitano, l’ormai famoso astronauta italiano, e di Capo Rahoni, capo Indios dell’Amazzonia presente nel 2019 alla conferenza all’ONU e ai G7 di Parigi. 

IL PROGRAMMA 
29 maggio
Promoberg (ente fieristico di Bergamo Italy)
Dessana (Brasile)
Davide van de Sfroos (Italia)
Maasai  (Kenya)
Il bepi  (Italia)
Pigmei   (Camerun)
Aztechi  (Messico)
Aborigeni  (Australia)
Lingaland  (Italia)
Quaqhai  (Iran)
Cree     (Canada)
Saor Patrol   (Scozia)
 
30 maggio 
Edmundo Pacheto  (Bolivia)
Enzo Avitabile  (Italia)
Luca Parmitano astronauta (Italia)
Tuareg    (Niger)
Xajil Maya   (Guatemala)
Leslie Abadini   (Italia-Capoverde))
To nokwe zulù   (Sudafrica)
Inuit  (Groenlandia)
Apache   (Arizona- USA)
Sayaka  Incas   (Perù)
Martin o Connor   (Irlanda)
Maoori  (Nuova Zelanda)
Tony Esposito    (Italia)




COMUNICATO STAMPA

MAMA AFRICA MEETING
SOSPESA L’EDIZIONE 2020 DEL MAM: APPUNTAMENTO AL 2021
 
Rimandata al 2021 la dodicesima edizione del Mama Africa Meeting, che si sarebbe dovuta svolgere dal 29 luglio al 2 agosto, al Parco Fucoli di Chianciano Terme (SI).
Il festival internazionale dedicato alla musica e alle danze dell’Africa Occidentale, che per undici anni si è svolto in Toscana radunando migliaia di giovani provenienti da tutta Europa e non solo, è sospeso. Ne dà notizia, il presidente dell’Associazione Mama Africa Meeting Incontro e cultura, Maurizio Rossi : 
<>.
Se è vero che nelle difficoltà spesso si nascondono delle opportunità, allora non tutto è perduto.  L’organizzazione del MAM ha svolto in questi mesi, un gran lavoro di progettazione e relazioni territoriali. In primis con il
 Comune di Chianciano Terme,  e con il Consorzio Terme di Chianciano SpA nonché con lAssociazione Culturale  Comitato Chiancianese E20, sono state poste le fondamenta per un rilancio nel 2021. Nel frattempo è in preparazione una serie di appuntamenti on-line che a breve verranno pubblicati e trasmessi dai canali social della manifestazione.
Continua il presidente Maurizio Rossi: <Il nostro è un arrivederci al prossimo anno, ben consapevoli che ci ritroveremo in una società provata economicamente così come nelle relazioni sociali. Davanti a questo scenario, dovremo decidere quale ruolo potrà giocare Mama Africa per continuare nella sua missione e contribuire a costruire un altro mondo possibile senza discriminazioni, rispettoso dell’ambiente e aperto al confronto e allo scambio culturale >>.

Conclude il presidente: <Se vuoi arrivare primo corri da solo se vuoi arrivare lontano cammina insieme“, chiediamo a tutti coloro che hanno a cuore il progetto Mama Africa di starci vicini seguendoci nei nostri canali social e di partecipare assieme a noi a una riflessione sui contenuti proposti e alla progettazione organizzativa del MAM 2021>>. 




stbf annullamento

Annullamento del Scottish Traditional Boat Festival a Portsoy, 20 e 21 giugno 2020 


È con grande delusione che abbiamo preso la decisione di annullare il Scottish Traditional Boat Festival del 2020 a causa delle restrizioni a seguito dell'epidemia di Coronavirus (Covid-19).
La decisione è in linea con la politica dei governi scozzese e del Regno Unito e gli orientamenti su riunioni su larga scala e consapevoli dell'incertezza che si prospetta nei prossimi mesi. Una decisione in questo momento è anche finanziariamente prudente per il Festival.
Siamo molto delusi dal fatto che il Festival non proseguirà, tuttavia la salute e il benessere di tutte le persone è fondamentale.
Ci metteremo in contatto in anticipo con il prossimo Scottish Traditional Boat Festival, che si svolgerà il 26-27 giugno 2021.
Cordiali saluti

Vivien Rae
Co-presidente / Coordinatore marketing e PR
Scottish Traditional Boat Festival Portsoy
Celtica sospesa


paimpol 2021 locandina


TF2020_Vœux_


image002

Lo Scottish Traditional Boat Festival celebra l'ondata di successo



Lo Scottish Traditional Boat Festival è stato incoronato vincitore come miglior evento culturale nella categoria Festival, agli Aberdeen City & Shire Tourism Awards (ACSTA).
Il riconoscimento è stato consegnato ai copresidenti del Festival Vivien Rae e Myles Murray alla serata di premiazione tenutasi ad Aberdeen venerdì 22 novembre dal presentatore della BBC Judith Ralston, e Claire Bruce, presidente di Visit Aberdeenshire, sponsor della categoria del premio.
Il copresidente del Festival, Vivien Rae, ha dichiarato: "Siamo assolutamente lieti di riportare questo premio a Portsoy. È un grande successo per il Festival essere riconosciuto come il migliore della regione e un fermo riconoscimento della dedizione e del duro lavoro dei volontari che lo realizzano ogni anno. È anche in riconoscimento dei nostri numerosi sponsor, sostenitori e finanziatori per il loro continuo supporto e investimento, di cui siamo molto grati".
Myles Murray, copresidente, ha aggiunto "The Boat Festival è un grande evento nel nord-est della Scozia ed è grandioso che tutto il duro lavoro del team di volontari sia stato riconosciuto con la presentazione di questo prestigioso premio. Il Festival attira visitatori da vicino e lontano, e come gruppo continueremo a sviluppare l'evento per il divertimento di coloro che visitano Portsoy”.
Come vincitori regionali, il Boat Festival ha guadagnato il suo posto alla prestigiosa finale nazionale di marzo, dove si unirà all'élite turistica del paese per essere onorato con il massimo riconoscimento nel settore dell'ospitalità e del turismo scozzese.
Il premio arriva una settimana dopo che è stato annunciato che il Festival è stato selezionato come una delle organizzazioni che saranno supportate dal fondo eventi Year of Coasts and Waters 2020, gestito da EventScotland. Il finanziamento aggiuntivo supporterà un programma potenziato di attività marittime e costiere da aggiungere all'evento del prossimo anno il 20 e 21 giugno 2020.


Note sul festival:


Uno degli eventi più popolari nel calendario del turismo scozzese, lo Scottish Traditional Boat Festival attira ogni anno fino a 16.000 persone nella città di Portsoy.
Il prossimo Boat Festival si svolgerà il 20 e 21 giugno 2020 a Portsoy, nell'Aberdeenshire, quando presenterà il meglio del mare, dell'artigianato, del cibo, delle bevande, della musica e della danza scozzesi.
Nel 2020, la Scozia celebra le sue coste e le sue acque con un programma di eventi e attività che durerà un anno e che metterà in luce questi elementi vitali del nostro paesaggio. Dalle nostre meravigliose caratteristiche naturali come coste, laghi e fiumi al nostro patrimonio industriale come i nostri canali, mulini e la creazione della nostra bevanda nazionale - whisky, le coste e le acque della Scozia hanno plasmato la nostra cultura, le nostre storie e il nostro stile di vita. Lo Scottish Traditional Boat Festival è stato selezionato come una delle organizzazioni che saranno sostenute dal fondo eventi Year of Coasts and Waters 2020, gestito da EventScotland.
Ulteriori informazioni e biglietti per l'evento 2020 sono disponibili all'indirizzo: www.stbfportsoy.org

Photo 1 ok
Foto 1: i copresidenti del festival, Myles Murray e Vivien Rae, accettano l'ACSTA per il miglior evento culturale / festival nella città e nella contea di Aberdeen, da Judith Ralston e Claire Bruce.
Da sinistra a destra: Myles Murray, Claire Bruce, Vivien Rae, Judith Ralston

Photo 2 ok
Foto 2: i copresidenti del festival Myles Murray (a sinistra) e Vivien Rae (a destra) con l'ACSTA per il miglior evento culturale / festival nella città e nella contea di Aberdeen


Skerryvore sarà il protagonista del concerto di Friday Night al Portsoy Boat Festival


Gli organizzatori dell'annuale Scottish Traditional Boat Festival di Portsoy hanno annunciato il pluripremiato gruppo rock celtico scozzese Skerryvore che sarà il protagonista dell'evento del prossimo anno.
Due volte vincitori del premio "Live Act of the Year" della musica tradizionale scozzese, nel 2011 e 2016, la band sarà il protagonista del Friday Night Gig al Wally Green il 19 giugno 2020.
Composto da otto membri provenienti da regioni di tutta la Scozia, Skerryvore rappresenta il meglio della musica tradizionale scozzese contemporanea attraverso la sua fusione unica di folk, trad, rock e americana.
Con una base di fan in crescita in tutto il mondo, hanno raggiunto il successo globale che li ha portati dalla remota isola di Tiree ai tour internazionali in Europa, America, Canada e Cina.
Celebrando il loro 15 ° anniversario nel 2020, la band ha recentemente pubblicato il suo acclamato sesto album in studio intitolato "EVO", che comprende un mix di melodie e canzoni ad alta energia.
In vista del concerto, il batterista di Skerryvore, Fraser West, ha commentato: "Non vediamo davvero l'ora di suonare a Portsoy la prossima estate. Siamo stati nel nord est prima, ma mai a Portsoy, quindi non vediamo l'ora della visita e speriamo di vedere un po 'del Festival, dato che ne abbiamo sentito parlare molto. "
A supportare la band sarà il cantante e cantautore scozzese, Cody Feechan, la cui musica è probabilmente meglio descritta come rock alternativo con un tocco pop. Cody è un'artista non firmata che ha pubblicato il suo singolo di debutto 'Manhattan Sky' nel novembre 2018, seguito da molte canzoni da allora. Ha suonato in numerosi festival e ha anche sostenuto spettacoli tra cui il vincitore di The Voice 2015, Stevie McCrorie, The Amazons, Tom Hingley e la leggenda popolare scozzese Dick Gaughan.
Sponsorizzato da Urquhart Joinery Services, il concerto dovrebbe attirare un vasto pubblico di fan da tutto il nord-est e oltre. I biglietti sono limitati e sono in vendita ora su www.stbfportsoy.org


Note


Uno degli eventi più popolari nel calendario del turismo scozzese, lo Scottish Traditional Boat Festival attira ogni anno fino a 16.000 persone nella città di Portsoy.
Il prossimo Boat Festival si svolgerà il 20 e 21 giugno 2020 a Portsoy, nell'Aberdeenshire, quando presenterà il meglio del mare, dell'artigianato, del cibo, delle bevande, della musica e della danza scozzesi.
Nel 2020, la Scozia celebra le sue coste e le sue acque con un programma di eventi e attività che durerà un anno e che metterà in luce questi elementi vitali del nostro paesaggio. Dalle nostre meravigliose caratteristiche naturali come coste, laghi e fiumi al nostro patrimonio industriale come i nostri canali, mulini e la creazione della nostra bevanda nazionale - whisky, le coste e le acque della Scozia hanno plasmato la nostra cultura, le nostre storie e il nostro stile di vita. Lo Scottish Traditional Boat Festival è stato selezionato come una delle organizzazioni che saranno sostenute dal fondo eventi Year of Coasts and Waters 2020, gestito da EventScotland.
Ulteriori informazioni e biglietti per l'evento 2020 sono disponibili all'indirizzo: www.stbfportsoy.org
Venerdì Night Gig presso il Green a Wally Green, Portsoy, venerdì 19 giugno 2020. Intestato da Skerryvore con il supporto di Cody Feechan. I biglietti costano £ 22,50. Disponibile ora su www.stbfportsoy.org. Bar con licenza presso la sede.





CS_19_conclusivo_-1


CS_19_conclusivo_-2
CS_19_conclusivo_-3



pifferi muse arezzo

Circolo Culturale Arci AURORA - Piazza s. Agostino, 22 Arezzo
Unione Provinciale Case del Popolo Arezzo
PIFFERI, MUSE E ZAMPOGNE 24° edizione

Giovedi’ 5 dicembre
Premio Folkest 2020 Alberto Cesa 
Selezione nazionale di gruppi musicali o singoli artisti per la partecipazione al premio Folkest edizione 2020
LORENZO MEAZZINI, MARCO SFORZA, CALIMANI

Venerdi’ 6 dicembre
LISETTA LUCHINI “a veglia in toscana” Canti popolari intorno al fuoco
con Alessandro Moretti fisarmonica
MUSICANTI DEL PICCOLO BORGO
Stella cometa - canti natalizi della tradizione italiana

Sabato 7 dicembre
CHRISTIAN DI FIORE & SINFONIA ENSEMBLE
Presentazione del cd “Zampogna e...”
MORRIGAN’S WAKE
La musica tradizionale dell’area celtica

Domenica 8 dicembre 15:30 - 19:30
“Tra il binario e il ternario la tammurriata pimontese e dei monti lattari”
Stage con MARIA PISCOPO
Presso Semillita Atelier - largo 1 maggio, 63 Arezzo
Info e iscrizioni: 340.2819696 - semillita@semillita.it

Organizzazione Ass. Cult. Musicanti del piccolo borgo - Direzione artistica Silvio Trotta
Info: mdpborgo@gmail.com
Tutti i concerti iniziano alle ore 22:00 - ingresso libero con tessera Arci




Evento in cui Lineatrad Television era presente per intervistare Tri Yann - Denez - Goran Bregovic… etc.


30° ANNIVERSARIO Festival du Chant de Marin de Paimpol
GRANDE COINVOLGIMENTO DELLA MAREA UMANA
PER IL FESTIVAL DU CHANT DE MARIN DI PAIMPOL
(comunicato finale)


Bel tempo, bel mare ... tutti i venti sono stati favorevoli per questa quattordicesima edizione del Festival du Chant de Marin.
È ancora troppo presto per redigere un riassunto dettagliato dell'evento, ma si può già dire che la partecipazione ha mostrato ancora una volta una tendenza al rialzo! Senza conoscere tutti i numeri di questa edizione dell'anniversario, possiamo pensare che il limite dei 165.000 partecipanti al festival (stimati) sarà superato nel 2019.
Il Festival si conferma il quarto evento dell'estate bretone, insieme a FIL, Vieilles Charrues e Hellfest nella Loira atlantica ...
Gli organizzatori desiderano ringraziare calorosamente tutti coloro che hanno contribuito al successo dell'evento: i partner privati ​​e istituzionali, i patrocini, i numerosi volontari (1800), i dipendenti, le associazioni, le barche - grandi e piccole - e il loro equipaggi e tecnici, i fornitori di servizi e tutti i servizi forniti con i rinforzi (servizi tecnici comunali e comunitari, ADTM, polizia municipale, gendarmeria ...). Senza dimenticare, ovviamente, musicisti e frequentatori di festival!
Con i suoi 7 palchi, 160 gruppi, 2000 artisti, 200 barche tradizionali e 1000 marinai ... il Festival du Chant de Marin ha anche dimostrato che i valori che ha abbracciato - radicamento e apertura, solidarietà, autenticità e creatività - può anche trovare un'affermazione concreta. La presenza di SOS Méditerranée al Festival corrisponde allo spirito di un festival marittimo. La tragedia umana alle porte dell'Europa non può e non deve lasciare nessuno indifferente. Il Festival intende proseguire in questa direzione.
Il Festival du Chant de Marin è un crocevia di culture di tutto il mondo, promuovendo al contempo un'identità bretone benevola, generosa e accogliente. Partecipa a incontri e scambi tra popoli e culture, tra generazioni, tra Paimpolesi e visitatori ... È quello che vuole essere: un grande festival umanitario ma a misura d'uomo ...
Il team organizzativo ti dà un appuntamento al porto di Paimpol per la prossima edizione: si svolgerà il 13, 14 e 15 agosto 2021. Questa sarà la quindicesima edizione ...

Pierre Morvan
Presidente dell'Associazione Festival du Chant de Marin








festival mediterraneo crowd